Translate

venerdì 20 settembre 2013

Confronto Tra Titani


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Abbiamo l'onore e il piacere di ospitare la massima carica del Gioco del Ponte di Pisa di ambo le parti,il generale della parte australe Paolo Orsucci ed il piu alto in grado della parte boreale vincitrice della edizione 2013,il generale  Marco Vaglini.
Abbiamo realizzato per la prima volta  con loro una intervista doppia analizzando,il passato,presente e futuro della parte di Mezzogiorno e Tramontana:
Nome e Cognome e ruolo all'interno della parte?

Marco Vaglini Generale di Tramontana
Paolo Orsucci Generale di Mezzogiorno

Una tua proposta per migliorare il gioco? 

Vaglini:  Le proposte non te le dico, perché da generale cerco di metterle in pratica, proponendole nelle sedi 
Opportune e nei tempi giusti, al fine di migliorare e strutturare il gioco a giugno e tutto l'anno.
Orsucci: ascoltare di più chi il Gioco lo fa e lo vive

Pregi e difetti della vostra parte di appartenenza ’?

Vaglini: Pregi. In ambito militare, che alla fine conta la Vittoria della Parte. In ambito civile: siamo tutti generali e tutti paggi, nel rispetto delle cariche, ma pronti ad aiutarci per mettere in atto  belle e varie iniziative. Difetti nel militare e nel civile: dobbiamo rifare i Satiri.
Orsucci :gran cuore, scarso spirito di parte


Parlando di civile, cosa ha fatto nel 2013 la vostra parte e quali sono i progetti in cantiere per il 2014 del comando e delle singole magistrature?

Vaglini :ricominciato la benedizione delle bandiere, nomina dell'ambasciatore di parte. Quest'anno rifaremo il tutto è di più!!!
Orsucci: Abbiamo organizzato manifestazioni nelle Magistrature, una bell’iniziativa per i bambini alla Chiesa di S.Paolo, un premio fotografico coinvolgendo gli spettatori del Gioco ma fiore all'occhiello ritengo sia stato il ritorno alla Benedizione delle Bandiere di tutta la Parte che quest'anno abbiamo fatto alla Chiesa di San Sepolcro.

Come sono stati i contattati per entrare a far parte del gioco del ponte, e cosa ti ha spinto ad intraprendere la carriera di generale di parte… la tua storia nel gioco del ponte?

Vaglini : Ho iniziato nel 1984 come paggio dell'allora Calcesana, contattato dal Sig. Niccolini, che faceva il capitano delle Gccc(Guardie al campo con corazza ). Da quell'anno sette anni di Gcsc( Guardie al campo senza corazza ), un anno il trombettiere, perché non entravo più nei vestiti(ho imparato veramente a suonare), poi due anni d’ufficiale delle Gcsc, poi quattro anni di Capitano delle Gcsc, due anni di consigliere civile, un anno il punzonatore, quindi generale.
Mi ha spinto l'amore per Pisa, per le nostre tradizioni e per la gente del Gioco: solo chi c'è in contatto sa che è una grande famiglia.
Sottolineo solo che è dal 2010 che me lo chiedevano ed avevo sempre rifiutato.
L'anno passato mi è stato richiesto (io non ho mai chiesto niente!!!) ed ho accettato. Con onore e rispetto per il ruolo che andavo a ricoprire.
Orsucci : Un lontano giorno del 1982 presso il circolo Acli di San Marco entrò l'allora Capitano dei celatini Massimo Capocchi che chiese a me ed altri amici se volevamo far parte del corteo del Gioco del Ponte. Da lì è partito tutto fino all'entrata nel Comando di Mezzogiorno, nell'ordine delle Magistrature, nella Fondazione, nel Consiglio degli Anziani e poi come Generale .

Un consiglio per un giovane ragazzo o ragazza che vuole partecipare al corteo storico?

Vaglini :ai giovani che si vogliono avvicinare vorrei consigliare di non innamorarsi del costume, ma di vivere di gioco. Credo che la scuola dovrebbe trasmettere i valori del Gioco, la storia del Gioco creando ricambi di motivazioni ed idee non solo di tamburini o alfieri. Un po' come la cantera del Barcellona: tutti bravi ma tutti con la stessa identità di gioco.
Orsucci :provare, avvicinarsi a questo mondo che ti fa sentire partecipe della tradizione e della storia della città


Da veterano del gioco come è cambiato il gioco in questi ultimi anni fino ad arrivare all'edizione 2014?

Vaglini :il cambiamento più grosso e stata la notturna. Con ottimi risultati, anche se iniziare i combattimenti alle dieci mi sembra tardino. Il resto per me resta sempre uguale: stesse emozioni, stesse sensazioni, dalle quali non torni indietro.
Orsucci:Ha assunto un peso sempre crescente l'aspetto atletico e sportivo.

Facendo un confronto con il palio di Siena,qualcuno accusa le figure che orbitano intorno al gioco di avere meno attaccamento alla propria parte e/o magistratura come mai tanti passano da un all'altra parte con tanta facilità?


Vaglini:  È vero. C'è poco attaccamento. Questo riguarda soprattutto il militare. Anche se forse il rimedio potrebbe essere un'attività di magistratura più coinvolgente, più identificativa. Ho sempre pensato che le magistrature dovrebbero essere centri di aggregazione sempre aperti e vitali nel quartiere, proprio come le contrade!!!
Orsucci :nessun confronto col Palio di Siena è possibile. Per fortuna non sono poi così tanti quelli che passano da una parte all'altra e talvolta anche per motivazioni che poco hanno a che fare col Gioco.

Al primo incarico da Generale di parte hai portato la parte boreale insieme a tutto il comando alla vittoria,le tue emozioni ,a chi vuoi dedicare la vittoria 2013?

Vaglini :  In realtà gli artefici del successo sono Pericle e Marco Raddi, che hanno azzeccato tutto, mentre a mezzogiorno ci hanno dato una mano. Il valore della vittoria che sento più mio e quello che va oltre il punteggio. Infatti considero più importante il clima che abbiamo creato. Non più divisione fra civile e militare, i capitano in piazza che si confrontavano con il luogotenente sulle montate. In certi momento ho avuto la sensazione che fosse tutta la parte insieme a spingere giù la bandierina australe. Bello, veramente bello. La dedica va alla mia famiglia: ai miei genitori che mi hanno trasmesso questa passione, a mia moglie che da lucchese si è lasciata coinvolgere da questa mia passione ed ha sopportato le mie riunioni, giri in palestre, telefonate in qualsiasi momento del giorno.

 Dopo 13 anni di bocconi amari nel 2011 hai portato la parte australe insieme a tutto il comando alla vittoria,dopo di che sono ritornate le sconfitte come si può arginare la furia Boreale e far tornare a splendere il sole di mezzogiorno?

Orsucci :premesso che il merito della vittoria 2011 non è mio che sono arrivato a Marzo ma di chi c'era già, ritengo che per tornare a vincere non ci manchi la forza ma uno spirito nuovo di attaccamento alla Parte.Per il comando che verrà ora il problema non sono certamente i nomi.


Tre personaggi che hai ammirato durante questi anni del gioco che ti sono rimasti nel cuore?

Vaglini: Grazie per questa domanda. Ci sono due perdono che reputo i miei " genitori di gioco": Maria Teresa Rossi e Lillo. Entrambi in maniera diversa mi hanno insegnato praticamente tutto: l'organizzazione degli eventi civili, come si tiene unito un gruppo di figuranti, quali stimoli dare, come valutare le varie situazioni, come ci si rapporta alle istituzioni del Gioco. Un ricordo particolare va sicuramente a Maurizio Benvenuti, mio prezioso suggeritore. Con affetto ricordo anche Tiziano Bigagli, Gianni Ferrato e Gianfranco Micheletti, che praticamente si può dire che mi abbiano insegnato a marciare sui lungarni e non solo.
Orsucci:Ne dico solo due: Sergio Carlesi, Sergio Paradossi

Da amante del gioco del ponte credi che qualcuno sia contro producente nell'ambiente ? chi è? Per quali ragioni?

Vaglini:  Finché ricoprirò questa carica, mi sono obbligato a non cadere in polemiche. Risponderò una volta decaduto da generale. Come linea di principio credo che non si debba mai dimenticare di cosa stiamo parlando: una manifestazione storica, che ha valore non solo culturale, ma anche sociale. Racconto un episodio: mi è stato chiesto di buttare fuori delle persone. Ho sempre risposto che, benché generale, non sono nessuno per allontanare un ragazzo da questa realtà, che è di tutti!!!
Orsucci: E' controproducente chi utilizza il Gioco solo per ambizioni personali di potere e visibilità. Apprezzo molto, perché mi rispecchia, una frase che dice spesso Umberto Moschini: "Il Gioco va servito e non ci si deve servire del Gioco" 

Una richiesta all'amministrazione comunale ?

Vaglini: Mettere mano ai costumi, organizzare per tempo le visite mediche e la divulgazione dei biglietti!
Orsucci: Maggiore organizzazione, programmazione delle varie fasi di preparazione al Gioco (es. le visite mediche) e poi direi che non si può più rimandare una ricognizione seria e un programma di recupero dei costumi.

Questo blog si chiama "il gioco del ponte senza peli sulla lingua" hai voglia di dire qualcosa che non hai mai detto sul gioco ad una persona, oppure ad una squadra ?

Vaglini: Credo di essermi meritato la fiducia delle persone perché dico quello che penso. Mi piace guardare la gente negli occhi. Quindi non ho da dire niente a nessuno indirettamente.
Orsucci: Preferisco usare altri canali per comunicare con le persone,il contatto diretto è sempre il migliore. 

Cosa pensi di questo blog?

Vaglini: Questo blog mi piace, bella idea, bravo Adri!!!
Sempre che serva a parlare di gioco in maniera costruttiva, senza scendere in inutili polemiche.
OrsucciQuesto Blog, e chi lo amministra lo sa, l'ho apprezzato fin dalla sua nascita e mi auguro che continui a rimanere una voce indipendente e libera.

Un pronostico sul gioco 2014 un pronostico ?
Vaglini :per il pronostico senti Pericle e Marco Raddi...
Orsucci: Pronostico 2014: ce la metteremo tutta!!!

Buon gioco 2014 "Numquam retrorsum" "Ultra Dimidium"









 















Nessun commento:

Posta un commento